logo

Campione d'Italia, 86 dipendenti in mobilità

Le prime misure prossime ad entrare in vigore dopo il dissesto finanziario del Casinò

fotogonnella
 
09
agosto
2018
18:16

CAMPIONE D'ITALIA - Ottantasei dei 102 dipendenti comunali di Campione d'Italia saranno messi in mobilità a seguito del dissesto finanziario del Comune: si precisa così l'entità del provvedimento annunciato da tempo e prossimo alla formalizzazione, accentuando la gravissima criticità occupazionale dell'enclave, dove la chiusura del Casinò sta lasciando senza lavoro i quasi 500 addetti, impegnati in un presidio permanente per rivendicare la riapertura della casa da gioco.

Del resto gli impiegati comunali avevano percepito soltanto mezzo mensilità di febbraio e da allora sono senza stipendio. L'ingente mobilità potrebbe pregiudicare servizi pubblici, i competenti ministeri ne sono stati informati e la misura forse eserciterà un'ulteriore pressione ai fini dei possibili interventi governativi, finora sollecitati senza esito.

Intanto Paolo Baretta, già sottosegretario con specifiche competenze, ha reso noto la propria valutazione degli eventi campionesi: "Da anni la crisi della casa da gioco condizionava la salute del Comune, che vive sostanzialmente del giro di affari prodotto dal Casinò, ma che, in più, è esposto alle fluttuazioni del cambio e all'aggravio di costi derivanti dalla particolare collocazione geografica. Nella precedente legislatura abbiamo cercato di arginare le difficoltà sostenendo finanziariamente l'ente locale (individuando anche un meccanismo strutturale legato alle oscillazioni del franco svizzero), ma ponendo come condizione la progressiva separazione tra Comune e casa da gioco.

Con l'accelerazione della crisi e la dichiarazione dello stato di fallimento i nodi sono tutti arrivati al pettine e necessitano di una strategia che affronti entrambi gli aspetti del problema: il destino di una anomalia quale è quella di Comune italiano a tutti gli effetti, ma incastonato in un altro Paese, e il destino di una industria, il Casinò, che ha delle potenzialità, ma impraticabili senza una idea di prospettiva".

Articoli suggeriti

La protesta dei dipendenti del Casinò

Sit-in quest'oggi a Campione d'Italia contro la chiusura della casa da gioco seguita alla procedura fallimentare

“L`amministrazione faccia un passo indietro”

Quattro consiglieri comunali di Campione d'Italia hanno inviato una lettera alla Giunta per chiedere le dimissioni del sindaco Roberto Salmoiraghi

Edizione del 17 agosto 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top