logo

Meno frontalieri in Ticino

Nel secondo trimestre del 2018 erano 63.494 i lavoratori da oltreconfine: il 2,9% in meno rispetto all'anno scorso

Archivio CdT
 
09
agosto
2018
09:47
Red.Online

BELLINZONA - Il numero di frontalieri in Ticino fa un altro passo indietro. Il lavoratori da oltreconfine nel secondo trimestre del 2018 erano infatti 63.494, ossia lo 0,7% in meno rispetto ai tre mesi precedenti e il 2,9% in meno rispetto allo stesso periodo del 2017. I dati dello scorso maggio avevano già fatto registrare una diminuzione dell'1,4% rispetto al trimestre precedente.

In Svizzera, i frontalieri sono 317.372, lo 0,4% in meno rispetto ai tre mesi precedenti e anche rispetto allo stesso periodo del 2017. Di questi, la maggior parte sono uomini, 203.727, contro 113.645 donne.

Per quanto riguarda la provenienza dei lavoratori, la maggioranza arriva dalla Francia (174.365) che è anche l'unico Paese ad aver registrato un aumento (+1,8% rispetto all'anno scorso). Seguono l'Italia (71.577), la Germania (60.924) e l'Austria (8.238). 

Prossimi Articoli

“Si proibisca il glifosato”

Con una mozione al Consiglio di Stato i Verdi ticinesi chiedono il divieto totale dell'erbicida entro il 2022

Padroncini, notifiche in calo e boom di verifiche

Da gennaio a fine settembre gli ispettori hanno verificato il 78% degli operatori che hanno deciso di presentare una notifica sul nostro territorio

Ascona è in Liguria e Castione ha 7 “cloni”

Le località ticinesi hanno numerosi "doppioni" in giro per il mondo - Ecco cosa abbiamo scoperto

Edizione del 19 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top