logo

Antonio Perugini saluta in anticipo

Il procuratore pubblico ha annunciato le proprie dimissioni – Lascerà la carica il 31 gennaio, sei mesi prima del raggiungimento della pensione

Archivio CdT
 
08
agosto
2018
17:22
Gianni Righinetti

BELLINZONA – Il procuratore pubblico Antonio Perugini lascerà la carica in anticipo. In una raccomandata giunta all'Ufficio presidenziale del Gran Consiglio il 31 luglio – e inviata in copia al direttore delle Istituzioni Norman Gobbi e al procuratore generale Andrea Pagani – il magistrato ha annunciato le proprie dimissioni per il 31 gennaio del 2019. Fra sei mesi esatti dunque e a sei mesi dal compimento dei 65 anni d'età, sinonimo di pensionamento. Perugini, classe 1954, lascia il Ministero pubblico senza strappi e polemiche. E ciò nonostante il diretto interessato sia stato protagonista la scorsa primavera della mancata elezione a pg al posto di John Noseda.

Articoli suggeriti

Andrea Pagani è il nuovo procuratore generale

Il Gran Consiglio ticinese lo ha eletto al secondo turno con 34 voti - Il 47.enne sostituirà John Noseda a partire da luglio

Edizione del 17 agosto 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top