logo

Stasera la più lunga eclissi lunare totale del secolo

ancano poche ore all'inizio della notte di Luna Rossa - Per ben 103 minuti, dalle 21.30 alle 23.13, la Terra si troverà tra il sole e la luna, con quest'ultima che si tingerà di un colore rosso cupo

Keystone
 
27
luglio
2018
15:42
ats

BERNA - Mancano poche ore all'inizio della notte di Luna Rossa. Per ben 103 minuti, dalle 21.30 alle 23.13, la Terra si troverà tra il sole e la luna, con quest'ultima che si tingerà di un colore rosso cupo. L'eclissi lunare totale di questa sera sarà la più lunga del secolo e per riammirare questo fenomeno con una tale durata bisognerà attendere fino al 2123.

Il satellite attraverserà progressivamente il cono d'ombra creato dalla Terra, raggiungendo la fase di maggior oscuramento alle 22.22. Lo spettacolo astronomico, complice un cielo limpido, sarà visibile in tutta la Svizzera, preannuncia MeteoSvizzera. Tuttavia, secondo un dipendente del servizio meteorologico, alcuni temporali isolati nelle Alpi potrebbero coprire il cielo a inizio serata.

La luna diventerà rossa quando si troverà interamente nel cono d'ombra prodotto dalla Terra. Il particolare colore è dovuto al fatto che solo una piccola frazione della luce solare, quella rossa, è filtrata dall'atmosfera e proiettata sul satellite.

Pierre Bratschi, dell'Osservatorio dell'Università di Ginevra, in un'intervista apparsa ieri sui quotidiani romandi "24 Heures" e "La Tribune de Genève", ha ricordato che "fu grazie a questo fenomeno che i greci dedussero la forma sferica del nostro pianeta".

Dal punto di vista astronomico, la situazione che si verrà a creare fra poche ore sarà ancora più particolare: Marte sarà infatti incredibilmente vicino al nostro pianeta e visibile a occhio nudo. Il culmine si verificherà però solo fra pochi giorni, il 31 luglio, quando il pianeta rosso si troverà alla minima distanza dalla Terra, a poco meno di 57,6 milioni di chilometri. Un evento che non si verificava da circa 15 anni.

Marte sarà inoltre l'astro più luminoso del cielo, ancor più di Giove, e chi è dotato di un telescopio potrà anche riconoscere alcuni dettagli sulla sua superficie.

Per osservare il fenomeno, visibile perfettamente a occhio nudo, non serve alcun materiale specifico. Inoltre, a differenza delle eclissi solari, non è pericoloso. Si consiglia tuttavia di andare in punti elevati, anche per evitare l'inquinamento luminoso. L'eclissi lunare, che avverrà in direzione sud-est, sarà comunque visibile anche in centro città, pur se meno nitida.

Edizione del 18 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top