logo

Opel Grandland X, il crossover a misura di famiglia

C'è tanto spazio e tanto comfort a bordo di questa autovettura adatta ad ogni tipo di terreno

 
02
ottobre
2018
18:03

LUGANO - Abbiamo provato la Opel Grandland X nella sua versione Ultimate 2.0: motore a quattro cilindri alimentato a gasolio, 170 cavalli di potenza e 400 Nm di coppia massima, consumi tutto sommato contenuti (la casa indica 4,9 litri per 100 km nel ciclo misto, la nostra prova ne attesta qualcuno in più, ma come sempre la misurazione dipende dalle condizioni e dallo stile di guida).
Grandland X è l'ultima arrivata tra le vetture a baricentro alto della gamma Opel e quella che abbiamo potuto provare è la versione col motore più potente di tutte, che si avvale di un cambio automatico a otto rapporti. Interessante l'accelerazione (da 0 a 100 km/h in 9,1 secondi), la velocità massima dichiarata è di 241 km/h.
In Svizzera Grandland X è venduta in quattro allestimenti (Enjoy, Design Line, Excellence e Ultimate, ossia la versione d'alta gamma) a partire da un prezzo 32'350.- franchi per arrivare ai 46'000.- che sono la base di partenza del nostro modello, il quale di serie ha praticamente tutto. L'abitacolo è ben rifinito, pur senza concessioni al lusso: all'interno sono stati utilizzati buoni materiali, il disegno della plancia è piacevole, lo schermo (da otto pollici) che gestisce il sistema multimediale, è semplice e intuitivo nella sua utilizzazione. Di buona fattura i sedili di conducente e passeggero, regolabili in maniera precisa elettricamente, ottima la visibilità dall'abitacolo durante la guida, lo spazio per i passeggeri è comodo e abbondante. Se un difetto va trovato all'interno dell'abitacolo è la posizione della presa USB e 12V, che sono un po' nascoste in fondo al tunnel centrale e non proprio facilmente raggiungibili.
Durante la guida la Grandland X si mostra molto reattiva e mansueta. La reattività deriva anche dalla buona risposta del cambio automatico, che in effetti è piuttosto preciso e flessibile, alle sollecitazioni del conducente, ma la potenza del motore recita la sua parte, con una coppia massima disponbile già a 2000 giri. Accelerando, l'auto va via che è un piacere e il cambio tra un rapporto e l'altro è quasi impercettibile. L'osservazione ci consente di dire due parole anche sull'insonorizzazione dell'abitacolo, che abbiamo trovato eccellente. Lo sterzo risponde bene, anche se non ha la precisione di una sportiva.

Per chi?

Non v'è dubbio: questa è un'auto progettata per la famiglia e il tempo libero. Offre soluzioni tecnologiche di ottimo livello, un buon comfort, spazi abbondanti ed è abbordabile ad un prezzo non proibitivo se la scelta resta limitata ai modelli base. Chi invece pretende qualcosa in più non avrà che l'imbarazzo della scelta, sia a livello di varianti, sia di opzioni. 

Edizione del 20 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top