logo

Pesce siluro: due catture “fuori dal comune” in Ticino

La presenza di questa specie nelle acque ticinesi è in forte aumento - Le autorità stanno decidendo il da farsi per ridurne il numero

 
03
ottobre
2018
16:23
Red. Online/Locarno

MAGLIASO/BRISSAGO - Aumentano in numero e in dimensioni. Sta, insomma, diventando un vero fenomeno consolidato la presenza dei pesci siluro nelle acque del Verbano, così come del Ceresio. La specie - non autoctona - si vede ormai regolarmente nelle acque ticinesi da una decina d'anni e si può dire che le abbia colonizzate. Normale, dunque, che le catture si susseguano e diventino sempre più frequenti. Solo questo weekend si sono registrati due casi degni di nota. 

Il più recente risale a domenica, in zona Magliaso, un bambino di soli 12 anni, di nome Zeno, ha infatti catturato un pesce siluro che - a detta del padre - raggiungeva il peso di ben 6,140 Kg per circa 90cm di lunghezza.

L'episodio è stato riportato al CdT dal papà del ragazzo interessato. "Era una domenica simile a molte altre e come nostro solito ci siamo incontrati con amici di famiglia in zona pontile di Magliaso. È stata una bella sorpresa quando il ragazzo ha acclamato di aver preso qualcosa. Sia lui che l'altro ragazzo presente nella compagnia non si sarebbero mai aspettati una cosa del genere. Anche noi meno giovani siamo rimasti colpiti, non è una cosa che capita tutti i giorni". Una soddisfazione dunque, che ha ampliato la collezione di pesci siluro catturati in Ticino.

Sabato invece, nella zona di Brissago, la cattura è stata particolare a causa delle dimensioni del pesce e, soprattutto, per il fatto che il gigante è stato pescato con l'ausilio di una canna. Solitamente, infatti, gli esemplari più grossi finiscono nelle reti, mentre quando abboccano all'amo riescono quasi sempre a liberarsi, spezzando il filo. Ivan Schifano di Losone, invece, il megasiluro è riuscito a portarselo a casa grazie anche ad un'attrezzatura particolare. Un trofeo non da poco: lungo un metro e 35 centimetri, il pescione pesava 16 chili e 700 grammi.

«Quando ha abboccato – racconta al CdT il fortunato pescatore, noto nell'ambiente come Schifish – erano circa le 11.30 e avevo iniziato il rientro. Mi sono accorto subito che si trattava di un siluro, perché tirava verso il basso, mentre i lucci tendono a cercare di fuggire in orizzontale». E di lucci Schifano se ne intende. Nella sua carriera ne ha infatti catturati parecchi, diversi anche di ragguardevoli dimensioni. «E per farlo – aggiunge – utilizzo un'attrezzatura adatta per i tonni. Solo per questo il siluro non è riuscito a sfuggirmi». Per averne ragione c'è voluta una decina di minuti, ma poi è riuscito ad issarlo a bordo. Dove si trova ora? «Non hanno fama di essere ottimi dal punto di vista gastronomico – conclude Schifano –, ma l'abbiamo comunque messo in congelatore. Prima o poi lo assaggeremo».

Intanto le autorità, preoccupate dalla proliferazione della specie invasiva, stanno valutando strategie di intervento, come l'utilizzo dell'elettrostorditore, per ridurne il numero.

Prossimi Articoli

“Catapultata” dal letto mentre fa sesso, resta paralizzata

La vicenda approda in tribunale: la 46.enne inglese chiede 1,3 milioni di sterline di danni al rivenditore del mobile

“Melania Trump” nuda sulla scrivania del presidente, polemiche

Critiche per il VIDEO del rapper T.I. per il lancio del suo nuovo disco: la sosia della first lady si spoglia alla Casa Bianca - L'ex tycoon: "Disgustoso"

Non solo Amaro Generoso: tante sorprese vi aspettano...

#AMAROGENEROSO - La Bisbino sagl infatti non è alla sua prima creazione

Edizione del 20 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top