logo

Figlie sequestrate in Libano, confermati i 6 anni di carcere al padre

Il Tribunale federale di Losanna ha respinto il ricorso del 51.enne di nazionalità libanese condannato dal Tribunale cantonale di San Gallo

CdT
Losanna ha confermato la condanna.
 
10
ottobre
2018
15:13
ats

LOSANNA - Il Tribunale federale ha confermato la condanna a sei anni di carcere per un 51.enne libanese che aveva tenuto sequestrate in Patria le figlie portate con sé dalla Svizzera. I giudici di Losanna hanno respinto il suo ricorso.

Con il pretesto di assistere al matrimonio di due nipoti, nel settembre 2009 l'uomo si era recato nel paese mediorientale con la moglie svizzera e i quattro figli - due maschi e due femmine - tra gli 11 e i 17 anni. Non appena arrivato nel suo luogo d'origine, la cittadina di Baalbeck nella valle della Bekaa, l'uomo ha tolto ai famigliari passaporti, biglietti aerei e telefonini.

Alcune settimane dopo ha concesso alla moglie e ai due figli maschi di tornare in Svizzera, ma non alle due figlie di 13 e 16 anni, che sono state affidate a parenti. Dopo un tentativo di fuga, le due ragazze sono state tenute rinchiuse in casa. La maggiore sarebbe stata anche picchiata dal padre. Questi avrebbe inoltre minacciato le figlie di portarle in Iran.

L'uomo è tornato più tardi in Svizzera, dove è stato arrestato, ma ha lasciato le figlie in Libano. Inoltre ha ottenuto per loro dalle autorità libanesi il divieto di lasciare il paese. Secondo l'atto di accusa, ha talmente intimorite le ragazze che hanno fornito false informazioni alla madre e alle autorità. Solo 19 mesi dopo il loro sequestro è stato possibile ottenerne il rimpatrio.

Il Tribunale cantonale di San Gallo ha condannato il libanese nel settembre 2017 per rapimento e sottrazione di minorenne a sei anni di prigione, come pure a versare 60'000 franchi a ciascuna figlia e 30'000 alla moglie quale riparazione per torto morale.

Il libanese non ha accettato la sentenza e ha chiesto il proscioglimento, oltre a un risarcimento per la privazione della libertà. Il Tribunale federale ha ora deluso le sue aspettative.

(Sentenza 6B_82/2018 del 25.9.2018)

Prossimi Articoli

Via la Billag, arriva Serafe

Dal 1. gennaio il nuovo canone radiotelevisivo sostituirà l'attuale - Per le economie domestiche la fattura annuale è di 365 franchi e nel 2019 si paga in due tappe

Scatta l'ora solare, domenica si potrà dormire più a lungo

Questo sistema potrebbe però venire a cadere già dall'anno prossimo, se gli Stati dell'Unione europea dovessero decidere l'abolizione del cambio d'ora

Otto affiliati dell'ex moschea An'Nur colpevoli di aggressione

La sentenza del Tribunale distrettuale di Winterthur - Gli imputati avevano aggredito altri due frequentatori, in due sono stati assolti

Edizione del 23 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top