logo

Assalto a una piantagione di cannabis, 12 anni di carcere

Sentenza del Tribunale cantonale di San Gallo - L'uomo tre anni fa aveva ferito due guardiani della struttura con un fucile a pallini

Keystone
 
11
settembre
2018
14:33
ats

SAN GALLO - Dodici anni di carcere, un trattamento ambulatoriale e ingenti indennizzi: questa la condanna inflitta oggi in appello dal Tribunale cantonale di San Gallo al principale imputato per l'assalto a una piantagione indoor di cannabis avvenuta nel 2015 ad Altstätten (SG). L'uomo aveva gravemente ferito due guardiani con un fucile a pallini.

Il 16 febbraio 2015 di primo mattino sei uomini provenienti dalla regione di Zurigo e vestiti con uniformi della polizia diedero l'assalto al capannone che nascondeva la piantagione: l'imputato oggi 42enne sparò diversi colpi ferendo gravemente i due guardiani. Gli assalitori volevano denaro e droga, ma quando si resero conto che uno dei guardiani rischiava di morire a causa delle ferite, abbandonarono l'impresa e si diedero alla fuga. Uno di loro avvertì i soccorsi. La polizia, giunta sul posto, scoprì la grande piantagione di canapa, gestita in modo professionale, e sequestrò 10 mila piante.

Il 29 marzo 2017, in primo grado, lo sparatore è stato condannato dal Tribunale regionale della Rheintal (Valle del Reno, dove si trova Altstätten) a dieci anni e mezzo di reclusione e a una terapia "stazionaria". A quest'ultima in particolare l'uomo si è opposto durante il processo d'appello svoltosi a fine agosto. Con successo: la corte si è limitata ad ordinare un trattamento ambulatoriale in aggiunta alla pena detentiva. In compenso ha però accresciuto la durata di quest'ultima, andando persino oltre la richiesta del pubblico ministero, che chiedeva undici anni.

Al guardiano ferito in modo più grave l'imputato dovrà versare una riparazione morale di 85'000 franchi, all'altro di 28'500 franchi. La sentenza può ancora essere contestata davanti al Tribunale federale.

L'uomo è pluripregiudicato e sta scontando la pena anticipatamente. Il primo settembre 1997 aveva partecipato alla spettacolare rapina contro l'ufficio postale presso la chiesa Fraumünster a Zurigo, nella quale cinque uomini avevano sottratto un bottino di 53 milioni di franchi. Tutti sono stati in seguito arrestati.

Prossimi Articoli

Sgominata una banda di spacciatori canapa

Una grossa operazione di polizia ha portato in carcere due uomini accusati di un ampio traffico tra Germania e Svizzera

Edizione del 18 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top