logo

Uccidevano automobilisti: ergastoli per la banda Gta

Condannati i cinque criminali russi che si comportavano come i protagonisti del famoso videogioco - 17 le loro vittime tra il 2013 e il 2014

 
La banda era stata soprannominata 'Grand Theft Auto' dai giornali russi perché i suoi membri, come nel famoso videogioco, derubavano e uccidevano automobilisti.
 
09
agosto
2018
14:04
ats

MOSCA - Quattro condanne all'ergastolo e una condanna a 20 anni di reclusione in un carcere di massima sicurezza: sono le pene disposte dal tribunale regionale di Mosca per cinque membri della banda criminale 'Grand Theft Auto' accusati di aver derubato e ucciso numerosi automobilisti nei pressi della capitale russa.

L'anno scorso, subito dopo un'udienza, cinque di loro assalirono in ascensore i due agenti che li scortavano e strapparono loro un kalashnikov e una pistola per poi cercare di fuggire dal tribunale armi in pugno. Tre furono uccisi sul posto e uno morì dopo in ospedale per le ferite riportate.

La banda era stata soprannominata 'Grand Theft Auto' dai giornali russi perché i suoi membri, come nel famoso videogioco, derubavano e uccidevano automobilisti.

La banda avrebbe fatto fuori 17 persone tra il 2013 e il 2014. Per colpire i loro bersagli a volte usavano rudimentali chiodi a quattro punte lasciati sull'asfalto, altre volte sparavano alle gomme delle auto: quando la vettura era costretta a fermarsi si avvicinavano al guidatore fingendo di volerlo aiutare, poi lo ammazzavano e lo derubavano. Agivano soprattutto di notte, e il teatro dei loro crimini era l'autostrada M4, a sud di Mosca.

La banda è stata sgominata nel novembre di quattro anni fa.

Prossimi Articoli

Perché il clima sembra impazzito?

Tra aprile e settembre, la media delle temperature è la più alta di sempre - Secondo MeteoSvizzera caldo e scarse precipitazioni sarebbero dovute a un inusuale anticiclone - Per l'ONU il limite del riscaldamento globale va fissato a 1,5 gradi

Nubifragio in Sicilia, la gente sui tetti delle case

Violente precipitazioni e gravi allagamenti nel Siracusano - VIDEO

Stretta su Khashoggi, Ankara ha "informazioni e prove"

Il caso del giornalista scomparso il 2 ottobre dopo l'ingresso nel Consolato saudita

Edizione del 19 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top