logo

Bomba d'acqua a Courmayeur: due morti e 200 sfollati

In Valle d'Aosta massi, fango e detriti sono piombati a valle trascinando con sé tutto quello che si trovavano di fronte

 
07
agosto
2018
18:45
ats

AOSTA - Una "bomba d'acqua" si abbatte sulla val Ferret, in Valle d'Aosta, provocando una colata detritica che invade il torrente e ricopre la strada comunale. Tutto in pochi minuti. E' surreale la scena che i soccorritori si sono trovati di fronte in località Planpincieux, una delle zone più frequentate di Courmayeur, d'estate meta di famiglie e escursionisti per le passeggiate, dopo lo smottamento di lunedì. Ora sembra un campo di battaglia: massi, fango, detriti sono piombati a valle trascinando con sé tutto quello che si trovavano di fronte.

La colata ha travolto anche la Panda gialla su cui viaggiavano una coppia di milanesi di 71 e 70 anni. I due avevano lasciato la casa di villeggiatura di Morgex, 15 chilometri più a valle, per fare un giro in val Ferret ed è stata sorpresa dal maltempo.

Un temporale violentissimo si è scatenato poco prima delle 18, erodendo il "conoide" e trascinando con sé il materiale sedimentato negli anni. Le due vittime hanno visto salire il livello dell'acqua sulla strada, fino a ricoprire le ruote, e si sono fermati all'altezza del ponte dove inizia il sentiero per il rifugio Bertone.

La donna - come testimoniato da un video girato da due testimoni e acquisito dalla guardia di finanza di Entreves (che si occupa delle indagini) - ha anche provato a uscire dall'auto. Pochi istanti dopo su di loro è piombata una tempesta di massi. Non hanno avuto scampo.

Altri automobilisti che erano nella zona sono invece riusciti a fuggire a piedi dopo aver abbandonato le vetture. Altri ancora si sono salvati quasi per miracolo: "Siamo stati travolti in pochi secondi da una grande massa di rocce, che ci ha sbalzati entrambi nel torrente. Siamo riusciti a salvarci perché poi la Dora è diventata più larga e il livello dell'acqua si è abbassato" hanno raccontato due giovani amici.

Sono circa 25'000 i metri cubi di detriti caduti, che hanno occupato un tratto di torrente lungo 700 metri e sepolto la strada comunale. Ci vorranno almeno 10 giorni per ripristinare la viabilità. L'amministrazione comunale ha disposto l'evacuazione della vallata. "In assenza di ulteriori precipitazioni non sussistono rischi - ha spiegato Valerio Segor, responsabile Assetto idrogeologico della Regione autonoma Valle d'Aosta - e l'evacuazione è stata disposta solo per necessità operative di sgombero dell'alveo e della strada". In totale sono quasi 200 le persone sfollate, che sono state sistemate al Forum Sport Center di Courmayeur.

Prossimi Articoli

“Ancora 10-20 dispersi tra le macerie”

LA TRAGEDIA DI GENOVA: il bilancio è fermo a 38 morti, gli sfollati sono oltre 600 - La Procura di Parigi apre un'inchiesta per i 4 ragazzi francesi coinvolti nel crollo - VIDEO

"Schumacher non lascerà la Svizzera"

È la manager della famiglia a smentire la notizia, dopo che la stampa aveva accennato ad un possibile trasferimento del pilota nelle Baleari

“Autostrade ha permesso questa disgrazia, rivoglio la mia vita”

Parla uno degli sfollati dopo il crollo del ponte Morandi a Genova: "Siamo stati zitti per rispetto dei morti, ora pretendiamo un indennizzo"

Edizione del 17 agosto 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top