logo

Ci vorrebbe il battipanni della nonna

L'EDITORIALE DI BRUNO COSTANTINI

web
 
08
ottobre
2018
06:37
Bruno Costantini

di BRUNO COSTANTINI - Un nostro lettore negli scorsi giorni ha scritto che per mettere finalmente ordine nella bega melodrammatica tra Daniele Finzi Pasca, il Municipio di Lugano e i dirigenti del LAC bisognerebbe ricorrere all'infallibile strumento educativo della nonna, ossia il battipanni. È vero che i metodi della nonna oggi finirebbero dritti in tribunale e magari anche davanti alla Corte europea dei diritti dell'uomo per abuso di arnese domestico, ma siamo...

Riservato agli abbonati   

L'articolo che vuoi leggere è riservato agli abbonati

Prossimi Articoli

Uno scudo per le vittime della barbarie

L'EDITORIALE DI OSVALDO MIGOTTO

I socialisti ce la faranno il 7 aprile?

L'EDITORIALE DI FABIO PONTIGGIA

Edizione del 20 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top